Navigation

Truffa del falso poliziotto, vittime a Berna e San Gallo

Occhio alla truffa del falso poliziotto KEYSTONE/ALESSANDRO CRINARI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2019 - 17:37
(Keystone-ATS)

Si torna a parlare della truffa del falso poliziotto, in seguito a diversi casi verificatisi nei cantoni di Berna e San Gallo.

Nel primo sono stati sottratti 80'000 franchi, mentre nel secondo 77'000, indicano oggi le rispettive polizie cantonali, raccomandando di non dare mai denaro contante a sconosciuti.

A Berna i truffatori, che si esprimevano in "buon tedesco" (Hochdeutsch), hanno finto di indagare su diversi furti e altri crimini, e hanno chiesto alle loro vittime, per ragioni di sicurezza, di prelevare contanti dalla banca e consegnarli loro. Analogo il modo di agire a San Gallo, dove una 86enne è stata spinta a affidare i suoi risparmi a uno sconosciuto sedicente poliziotto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.