Navigation

Trump attacca la California (e Pelosi) sui senzatetto

Ultimatum di Donald Trump alla California: o intervenite per far fronte alla crisi abitativa e all'emergenza senzatetto o lo farà il governo federale. KEYSTONE/EPA/EUGENE GARCIA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 dicembre 2019 - 20:06
(Keystone-ATS)

Ultimatum di Donald Trump alla California: o intervenite per far fronte alla crisi abitativa e all'emergenza senzatetto o lo farà il governo federale. Si tratta di un nuovo fronte di scontro fra il tycoon e il Golden State, dopo quelli sul clima e l'immigrazione.

Ed è un messaggio chiaro per i democratici e per Nancy Pelosi. La speaker della Camera, che rappresenta il distretto di San Francisco, è nel mirino del presidente ormai da settimane. E gli attacchi nei suoi confronti sono aumentati di recente, con l'impeachment e la sua decisione di non presentare in Senato la messa in stato di accusa "fino a quando non ci saranno le necessarie garanzie per un processo corretto".

Una decisione shock che ha creato confusione sulle prossime mosse e che ha mandato su tutte le furie Trump. Agitato e sempre più solo, il presidente a Mar-a-Lago continua a usare Twitter per sfogare la sua furia contro la rivale democratica non solo per l'impeachment ma anche per la piaga dei senzatetto, una vera e propria emergenza in California e a San Francisco, la città che più risente, in positivo e in negativo, del boom della Silicon Valley.

L'ascesa delle big dell'hi tech ha infatti innescato una corsa dei prezzi, soprattutto delle case, lasciando molti sul lastrico. Da qui l'aumento vertiginoso del numero dei senzatetto e l'impegno dei colossi tecnologici, da Google a Facebook, a stanziare miliardi di dollari per affrontare un problema che cresce di giorno in giorno.

Si stima che i senzatetto in California siano 151'278, ovvero 21'306 in più rispetto al 2018. Nella sola contea di Los Angeles ce ne sono 59'000, quanto la popolazione di Cupertino, la sede di Apple. Nella Città degli Angeli sono 36'000, con un aumento del 16% sullo scorso anno.

"Il distretto di Pelosi sta diventando il peggiore d'America", ha twittato Trump, senza risparmiare critiche al governatore della California, il democratico Gavin Newsom, già messo a dura prova dagli incendi che hanno devastato lo Stato. "La pazza Nancy dovrebbe ripulire il suo distretto e aiutare i senza tetto" invece di occuparsi dell'impeachment, ha aggiunto il presidente.

L'emergenza della California appare quindi un nuovo pretesto per Trump per la sua battaglia contro Pelosi e contro la roccaforte liberal della California, sulla quale cerca di imporre il suo potere presidenziale fin da quando è entrato alla Casa Bianca. Finora senza successo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.