Navigation

Trump chiede ordine restrittivo emergenza libro Bolton

L'ex consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/Mark Humphrey sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 giugno 2020 - 09:23
(Keystone-ATS)

L'amministrazione Trump chiede un ordine restrittivo di emergenza per bloccare la pubblicazione del libro dell'ex consigliere alla sicurezza di Donald Trump, John Bolton.

Il governo chiede un'udienza per il 19 giugno considerato che il libro dovrebbe uscire il 23 giugno.

Una delle rivelazioni bomba del libro di Bolton intitolato 'The Room Where It Happened' è che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump chiese al presidente cinese Xi Jinping di aiutarlo a rivincere le elezioni nel 2020 promettendo sconti di dazi se avesse acquistato prodotti agricoli americani cruciali per la sua base elettorale. E quando il leader di Pechino acconsentì, lo definì "il più grande leader della storia cinese", ignorando poi tutte le questioni dei diritti umani, dall'anniversario di piazza Tienanmen alle persecuzioni degli uiguri.

Ma non è l'unica, secondo le anticipazioni dei media Usa.

Bolton rivela anche altre circostanze imbarazzanti. Ad esempio che Trump non sapeva che la Gran Bretagna è una potenza nucleare, che chiese se la Finlandia fa parte della Russia e che il ritiro dalla Nato arrivò più vicino di quello che si sa. L'ex della Casa Bianca racconta poi che anche alcuni consiglieri molti vicini al tycoon lo deridevano alle sue spalle, tra cui il segretario di Stato Mike Pompeo. I briefing dell'intelligence erano poi inutili "perchè molto del tempo era speso ad ascoltare Trump piuttosto che il contrario".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.