Navigation

Trump contro Facebook e Twitter, coprono Biden

Il presidente americano Donald Trump KEYSTONE/AP/Charlie Neibergall sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 ottobre 2020 - 07:00
(Keystone-ATS)

Donald Trump si scaglia contro Facebook e Twitter per aver bloccato la storia del New York Post sulle email del figlio di Joe Biden.

"Terribile - twitta il presidente americano - che abbiano smontato la storia che è una 'pistola fumante' contro Joe Biden e suo figlio Hunter. È solo l'inizio per loro - minaccia ancora Trump - non c'è niente di peggio di un politico corrotto".

"Joe Biden è un politico corrotto, ha mentito e non gli dovrebbe essere permesso di correre per la presidenza degli Stati Uniti": così Donald Trump parlando ai supporter in Iowa è tornato sulle presunte email di Hunter Biden diffuse dal New York Post e che inchioderebbero l'ex vicepresidente. Quest'ultimo ha sempre negato di aver mai incontrato i responsabili di Burisma, l'azienda ucraina per la quale lavorava il figlio e a suo tempo indagata per corruzione dalle autorità di Kiev.

Intanto Twitter ha bloccato l'account della portavoce della Casa Bianca, Kayleigh McEnany, per aver postato l'articolo del Nyp sulle presunte email di Hunter Biden, il figlio di Joe Biden. "L'hanno bloccata solo perché cercava di diffondere la verità", ha commentato Donald Trump durante un comizio in Iowa. McEnany ha invece parlado di "censura" che non dovrebbe avere posto in America. Facebook e Twitter hanno bloccato la diffusione del presunto scoop del New York Post in attesa di verificarne la veridicità.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.