Navigation

Trump racconta attacco a Soleimani,'conto rovescia poi boom'

Il generale Qassem Soleimani KEYSTONE/AP/VS RC**LON** HK**CAI** NM**CAI** HM**BEI** sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 gennaio 2020 - 08:38
(Keystone-ATS)

Il conto alla rovescia poi il "boom". Donald Trump racconta, in un incontro a porte chiuse con alcuni finanziatori repubblicani a Mar-a-Lago, la notte dell'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani.

In un audio ottenuto dal Washington Post, si sente Trump descrivere Soleimani come il "padre delle bombe di strada", il responsabile "di tutti quegli uomini e quelle donne che vedete camminare senza gambe o senza braccia".

Trump non fa riferimento a nessun attacco imminente contro gli Stati Uniti da parte di Soleimani, limitandosi a dire che "diceva cose brutte del nostro paese".

Il tycoon entra invece nel dettaglio degli ultimi minuti prima dell'attacco, quando stava ascoltando e guardando cosa accadeva dalla Situation Room. "Hanno due minuti e 11 secondi di vita. Sono nelle loro auto. Hanno un minuto di vita. 10, 9, 8... e poi il boom" racconta Trump riferendo delle parole usate dall'ufficiale americano che era in collegamento con lui.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.