Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Donald Trump e il primo ministro australiano Malcolm Turnbull

KEYSTONE/AP/PABLO MARTINEZ MONSIVAIS

(sda-ats)

Visita lampo di Donald Trump nella sua New York, dove non tornava da oltre tre mesi.

E dove a bordo della portaerei-museo Intrepid, attraccata sulle rive del fiume Hudson, ha incontrato il premier australiano Malcolm Turnbull, per celebrare il 75/mo anniversario della battaglia del Mar dei Coralli contro il Giappone.

La paura delle proteste - in una Grande Mela in cui solo il 18% ha votato il tycoon - non solo ha impedito al presidente americano di rientrare nei suoi appartamenti della Trump Tower, sulla Quinta Strada, ma ha ridotto al minimo i tempi (poco più di tre ore) della sua permanenza a Manhattan.

Di fatto vi ha messo piede solo per scendere dal Marine One, l'elicottero presidenziale, che lo ha portato dal Jfk sull'isola. Poi via di corsa alla cerimonia sull'Intrepid. E, alla fine, via direttamente in New Jersey, nella sua tenuta di Bedminster dove trascorrerà il weekend e tutti i fine settimana estivi al posto della troppo calda residenza di Mar-a-Lago, in Florida.

Nonostante non ci siano state le imponenti manifestazioni di protesta che erano state preannunciate nei giorni scorsi, gli uomini del Secret Service all'ultimo momento hanno ulteriormente cambiato il programma, annullando l'incontro col premier australiano Turnbull che era originariamente previsto all'Hotel Peninsula, proprio a un isolato dalla Trump Tower.

Il faccia a faccia tra i due leader si è svolto quindi direttamente sulla Intrepid, con il presidente americano che ha nuovamente smentito il racconto della burrascosa telefonata di gennaio con Turnbull: ''Sono solo fake news'', ha detto.

L'amarezza di non essere stato accolto con tutti gli onori nella sua città è stata comunque in gran parte alleviata dalla grande soddisfazione per il voto della Camera sulla legge che abolisce l'Obamacare: ''E' stata una grande giornata, una grande giornata'', ha ripetuto entusiasta davanti ai giornalisti durante i convenevoli col premier australiano.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS