Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Organizzazioni della società civile, sindacati, organizzazioni non governative sono scesi in piazza in tutto il mondo, con oltre 750 iniziative per 'smascherare' il Trattato Transatlantico tra Stati Uniti e Unione Europea (Ttip).

Questo, il cui nuovo round negoziale inizia lunedì a New York, coinvolge 820 milioni di cittadini.

Nelle piazze di tutto il mondo (oltre 550 in Europa, 74 negli Usa, 17 in Asia e Oceania, 12 in Centro e Sud America, 4 in Africa) è stata una giornata di cortei, comizi e iniziative pubbliche sotto lo slogan 'Le persone e il pianeta prima dei profitti', con l'obiettivo di "fermare le trattative sulla liberalizzazione degli scambi commerciali e degli investimenti e promuovere - si legge sul sito della campagna mondiale - una economia che serva allo sviluppo dei popoli e del pianeta".

Accanto a questo prosegue anche la petizione per fermare il Ttip: "abbiamo raccolto già 1,7 milioni di firme a livello europeo e a ottobre le consegneremo a Bruxelles".

Anche a Zurigo circa 150 persone hanno preso parte ad una dimostrazione pacifica che si è svolta senza problemi sulla Paradeplaz.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS