Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono già migliaia le persone che, accogliendo l'invito delle opposizioni, stanno ricordando, oggi, nel centro di Tunisi, il secondo anniversario delle elezioni per l'Assemblea costituente.

Molte le bandiere nazionali, così come numerosi sono i ritratti di Chokri Belaid e Mohamed Brahmi, i due esponenti dell'opposizione laica assassinati nei mesi scorsi in agguati che, per la magistratura, sono stati organizzati e messi a segno da elementi della corrente salafita e da jihadisti.

I manifestanti, che stanno ormai occupando gran parte di avenue Bourghiba, intonano slogan contro il governo, chiedendone le immediate dimissioni, e contro il partito islamico Ennahda, che guida la coalizione di maggioranza. Nonostante il fatto che, sorprendentemente, le autorità abbiano autorizzato un'altra manifestazione, in una piazza non distante, indetta dalla Lega per la protezione della rivoluzione, la frangia più violenta dei sostenitori del governo, al momento non vengono segnalati incidenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS