Navigation

Tunisia: Hrw a governo, abolire reato su offesa a religione

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2011 - 13:39
(Keystone-ATS)

Il governo provvisorio tunisino deve abolire, dal codice penale, il delitto di vilipendio alla religione: lo ha chiesto l'organizzazione Human Rights Watch a seguito dell'ondata di proteste, anche violente, scatenate dalla proiezione, da parte di Nessma Tv, del film "Persepolis".

"La direzione di Nessma ha tutto il diritto di diffondere questo film serio e provocatorio. Il governo dovrebbe difendere questo diritto, così come dovrebbe permettere ai tunisini di manifestare pacificamente contro Nessma", ha affermato, in una dichiarazione diffusa dal sito Kapitalis, Sarah Leah Whitson, direttrice della divisione Medio Oriente e Nord Africa di HRW.

Secondo l'organizzazione, il governo dovrebbe anche fermare l'inchiesta giudiziaria avviata nei confronti del presidente di Nessma Tv, Nebil Karoui, a seguito della trasmissione del film.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?