Navigation

Tunisia: in centinaia in avenue Bourghiba, stampa sia libera

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 aprile 2012 - 15:19
(Keystone-ATS)

Avenue Bourghiba, il cuore di Tunisi, il luogo da dove partivano le manifestazioni contro Ben Ali, è stata occupata, questa mattina, da centinaia di persone che hanno voluto portare il loro sostegno ai giornalisti tunisini, per i quali è stata chiesta la piena libertà d'espressione.

Tra i manifestanti c'erano, oltre a rappresentanti di organizzazioni di difesa del Diritti dell'Uomo e semplici cittadini, anche alcuni deputati riformisti dell'Assemblea Costituente.

I manifestanti hanno detto "no" alla censura e soprattutto all'ipotesi, caldeggiata da esponenti di spicco del partito confessionale Ennahdha, di privatizzazione dei media pubblici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?