Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TUNISIA - La manifestazione che è stata dispersa dalla polizia oggi a Tunisi, con colpi in aria e spari di lacrimogeni, era stata "organizzata dal Partito degli Operai comunisti tunisini e vi hanno partecipato 150 persone", lo ha detto Issam Chebbi, membro del Partito Democratico Progressista di opposizione (Pdp). È stato constatato sul posto che effettivamente al corteo lungo l'Avenue Bourghiba hanno preso parte tra le 150 e le 200 persone.
Il Poct è una formazione politica fuorilegge in Tunisia ed è guidato da Hamma Hammami, che la scorsa settimana era stato arrestato, poi rilasciato. Oggi in Tunisia è previsto l'annuncio della composizione del nuovo governo. Annuncio che era già atteso per ieri, poi rinviato.
Durante la manifestazione i dimostranti hanno urlato slogan contro l'ex presidente Ben Ali, contro la moglie Leila, ma anche contro il primo ministro Mohamed Ghannouchi. Si protesta contro l'inserimento nel nuovo governo di personaggi legati al vecchio regime", ha spiegato un testimone all'inizio della manifestazione poi dispersa, durante la quale venivano mostrati fogli con scritte. Lo slogan più scandito è stato: "Possiamo vivere senza mangiare ma non possiamo vivere senza parlare".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS