Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le autorità della Tunisia hanno deciso di estendere di altri due mesi lo stato di emergenza nel Paese a partire dal prossimo 3 agosto.

Lo rende noto la presidenza tunisina con un comunicato, spiegando che la decisione è stata presa dal presidente Beji Caid Essibsi dopo consultazioni con il primo ministro Habib Essid e con il presidente del Parlamento Mohammed Nasser.

Lo stato di emergenza, in base al quale vengono riconosciuti maggiori poteri alle forze di sicurezza per combattere la militanza islamica, era stato dichiarato lo scorso 4 luglio da Essibsi per la durata di un mese. La decisione era stata presa una settimana dopo che 38 turisti stranieri erano stati uccisi da un attentatore sulla spiaggia di un resort a Susa. L'attentato era stato rivendicato dallo Stato Islamico (Isis).

I turisti in Tunisia erano finiti nel mirino dell'Isis già a marzo, quando 21 stranieri, tra cui quattro cittadini italiani, e un poliziotto tunisino furono uccisi da un commando che aveva fatto irruzione nel Museo nazionale del Bardo a Tunisi.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS