Navigation

Tunisia: vietato ingresso a gruppo turisti israeliani

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 marzo 2012 - 16:26
(Keystone-ATS)

Ad un gruppo di sei turisti israeliani è stato impedito, seppure fossero d'origine tunisina, l'accesso in Tunisia al loro arrivo all'aeroporto di Tunisi-Cartagine. La decisione delle autorità aeroportuali ha costretto i turisti a restare nello scalo per una notte, prima di potere ripartire ieri mattina per Israele.

Sia sotto il regime di Bourghiba che sotto la dittatura di Ben Ali, i turisti israeliani avevano libero accesso in Tunisia, senza necessità di visto. La Tunisia, peraltro, è uno dei siti turistico-religiosi più visitati dagli israeliani.

A denunciare l'accaduto al giornale "El Maghreb" è stato Roger Bismuth, presidente della comunità ebrea di Tunisia. Lo stesso Bismuth (che appena pochi giorni fa ha denunciato il mutato clima nel Paese nei confronti degli ebrei, tunisini da moltissime generazioni) ha poi fatto sapere che le autorità governative hanno revocato la disposizione restrittiva, ma ormai i turisti erano già ripartiti per tornare in Israele.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?