Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un soldato turco e 4 civili sono morti in diversi scontri a fuoco nelle località sotto coprifuoco del sud-est a maggioranza curda del Paese.

Secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa Dogan il sergente speciale Ramazan Emet, 27 anni, è stato ucciso da sospetti membri del Pkk ieri mentre era in borghese davanti alla sua abitazione a Sirnak.

Risale invece alla notte precedente la morte di 3 donne, militanti del partito filo-curdo Hdp, e di un altro uomo non identificato nel distretto di Silopi, sotto coprifuoco dal 14 dicembre scorso.

Secondo la deputata dell'Hdp Leyla Birlik le autorità turche non avrebbero consentito il loro trasporto in ospedale dopo che erano stati feriti da colpi d'arma da fuoco. L'Associazione per i Diritti Umani (Ihd) ha calcolato che le donne morte durante i coprifuochi imposti dall'estate scorsa nel sud-est sono almeno 25.

Secondo l'ultimo bollettino fornito dall'esercito di Ankara, il numero dei membri del Pkk uccisi nell'offensiva dell'esercito nelle zone sotto coprifuoco dal 15 dicembre è salito invece a 305, di cui 207 a Cizre e 36 a Silopi nella provincia di Sirnak e altri 62 a Sur, centro storico della 'capitale' curda Diyarbakir.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS