Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

KEYSTONE/AP Pool Presidency Press Service

(sda-ats)

Nuovo colpo alla stampa di opposizione in Turchia. Un mandato d'arresto è stato emesso per 4 tra dirigenti e reporter del quotidiano Sozcu, tra cui l'editore Burak Akbay, per sospetti legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen.

I dirigenti del giornale sarebbero accusati di aver mostrato sul sito web l'indirizzo e le immagini dell'hotel di Marmaris, dove si trovava il presidente Recep Tayyip Erdogan, poche ore prima del fallito colpo di stato. Lo riporta il giornale filo-governativo Sabah.

Gli altri ricercati sono la direttrice del sito Mediha Olgun, la manager per gli affari finanziari Yonca Kaleli e il reporter Gokmen Ulu. L'abitazione di quest'ultimo è già stata perquisita. I legali del giornale sostengono tuttavia di non aver ancora ricevuto alcuna notifica del mandato d'arresto. Secondo la Cnn turca, l'editore Akbay si troverebbe al momento a Londra, mentre Olgun e Ulu sarebbero già stati fermati.

Nato nel 2007, Sozcu è tra i quotidiani di opposizione più diffusi in Turchia, con una tiratura di oltre 250 mila copie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS