Navigation

Turchia: altra ex chiesa bizantina ridiventa moschea

Dopo aver decretato che Santa Sofia tornasse ad essere luogo di culto islamico, la Turchia ha emesso un nuovo decreto presidenziale che trasforma in una moschea la chiesa bizantina San Salvatore in Chora, diventata Museo Kariye dopo la seconda guerra mondiale. KEYSTONE/AP/Yasin Akgul sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 agosto 2020 - 13:34
(Keystone-ATS)

Dopo aver decretato che Santa Sofia tornasse ad essere luogo di culto islamico, la Turchia ha emesso un nuovo decreto presidenziale che trasforma in una moschea San Salvatore in Chora, già chiesa bizantina e diventata Museo Kariye dopo la seconda guerra mondiale.

Secondo quanto scrive il quotidiano greco Kathimerini, il cambio di status era stato approvato già a dicembre 2019, ma la decisione del Consiglio di Stato turco non era stata ancora attuata.

Costruita nel IV secolo, San Salvatore fu ricostruita tra 1077 e il 1081, quindi nuovamente nel XII secolo dopo un crollo parziale causato da un terremoto. Contiene pregevoli mosaici di epoca bizantina ed è un sito Unesco.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.