Dopo la rivoluzione all'interno dell'esercito, la Turchia post-golpe prepara modifiche anche alle prerogative dei servizi segreti.

"La ristrutturazione delle unità d'intelligence è in agenda, come è stato per le forze armate", ha spiegato oggi il vicepremier e portavoce del governo, Numan Kurtulmus, al termine di una riunione di gabinetto.

Nei giorni scorsi, il presidente Recep Tayyip Erdogan aveva già espresso la volontà di trasferire gli 007 e il comando dello Stato maggiore sotto il suo diretto controllo. Per farlo, tuttavia, avrebbe bisogno del sostegno di parte dell'opposizione, visto che si tratterebbe di un emendamento costituzionale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.