Navigation

Turchia: autobomba nel cuore di Ankara, tre morti e 34 feriti

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 settembre 2011 - 21:43
(Keystone-ATS)

Un'auto è esplosa nel centro di Ankara causando tre morti e 34 feriti: anche se non ci sono rivendicazioni, né dettagli ufficiali sul tipo di autobomba, le autorità danno praticamente per certo che si tratti di "terrorismo" indipendentista curdo. La vita di tre dei feriti è in pericolo.

L'esplosione è avvenuta poco dopo le 11.00 locali nel centralissimo e affollato quartiere di Kizilay: anche se a meno di un chilometro c'è l'ufficio di Erdogan, lo Stato maggiore dell'esercito e numerosi ministeri, secondo il responsabile dell'interno gli attentatori hanno puntato a colpire i passanti.

L'auto saltata in aria ha innescato un'esplosione a catena che ha coinvolto altre cinque auto che, come molte in Turchia, erano alimentate a gas, scatenando un incendio. I ripetuti scoppi hanno scatenato il panico nel caos dell'arrivo delle prime ambulanze e autopompe. Paura anche su un treno fermato nell'Anatolia centrale per la scoperta di un ordigno non innescato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?