Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il vicepremier islamico dice che le donne non devono ridere in pubblico, perché è peccaminoso, e centinaia di donne per risposta mettono sui social network le loro foto sorridenti. Succede in Turchia, dove la cultura laica tradizionale si scontra con il ritorno prepotente di quella musulmana, spinta da dieci anni di successi economici del premier islamico Reçep Tayyip Erdogan.

Il quotidiano "Hürriyet" riferisce che il vice primo ministro, Bülent Arinç, braccio destro di Erdogan, lunedì si è lasciato andare a commenti da imam integralista: "la donna saprà quello che è peccaminoso e quello che non lo è. Non riderà in pubblico. Non sarà seducente nel suo comportamento e proteggerà la sua castità".

Le parole di Arinç hanno suscitato la reazione di centinaia di donne turche, che su Facebook e Twitter hanno postato loro foto sorridenti. Sono donne giovani, vestite all'occidentale, a capo scoperto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS