Tre persone sono morte e due sono rimaste ferite nella serata di ieri da un'esplosione avvenuta in una fabbrica di cemento a Kazan, 50 km a nord della capitale turca Ankara. Lo riferiscono media locali.

L'incidente è accaduto per cause ancora da chiarire mentre i 5 impiegati stavano cercando di riparare un guasto in una caldaia. A perdere la vita sono stati il vicedirettore generale della fabbrica il responsabile della produzione e un operaio. La Turchia è il terzo Paese al mondo per numero di incidenti sul lavoro. Lo scorso anno sono state registrate 1.886 morti bianche.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.