Navigation

Turchia: espulsi 4 foreign fighter francesi

Combattenti dell'Isisi in Siria KEYSTONE/AP Militant Photo sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2020 - 11:58
(Keystone-ATS)

Le autorità turche hanno espulso oggi altri 4 "terroristi", foreign fighter francesi. Lo riferisce il ministero dell'Interno di Ankara, senza precisare a quale organizzazione apparterrebbero.

Dallo scorso 11 novembre, la Turchia ha avviato una nuova ondata di rimpatri di presunti jihadisti stranieri dell'Isis e loro familiari, tra cui decine di europei. Nel 2019 Ankara ha rimpatriato complessivamente 780 foreign fighter, secondo quanto reso noto dal ministro dell'Interno Suleyman Soylu.

"La Turchia non è un albergo per terroristi" dell'Isis, aveva detto Soylu. Secondo le autorità locali, nei centri di detenzione si trovano circa 1.200 foreign fighter. Ankara sostiene di volerli rimpatriare tutti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.