Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Al momento della morte Jacqueline Anne Sutton, l'ex giornalista della Bbc trovata impiccata sabato notte in una toilette dell'aeroporto Ataturk di Istanbul, aveva 2'300 euro nel suo portafogli. Lo sostiene il quotidiano Haber Turk.

Questa circostanza accresce ulteriormente il mistero intorno alla fine della donna, visto che i media locali, citando la polizia turca, avevano parlato di una sua crisi nervosa prima del presunto suicidio dovuta a una supposta mancanza di denaro.

La donna avrebbe dovuto acquistare un nuovo biglietto aereo dopo aver perso il volo che avrebbe dovuto portarla a Erbil, in nord Iraq, dove si trovava il suo ufficio come direttrice locale dell'Iwpr (Insitute for War and Peace Reporting).

Secondo quanto riportato da alcuni media, inoltre, ci sarebbe stato un guasto alle telecamere di sicurezza nella zona dell'aeroporto dove si trovava Sutton prima di morire. La circostanza non è però stata confermata ufficialmente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS