Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo turco valuterà l'introduzione della pena di morte per evitare il ripetersi di tentativi di colpi di Stato.

KEYSTONE/EPA DPA/PAUL WEIDENBAUM

(sda-ats)

Sono 2.839 finora i militari arrestati in seguito alla fallito golpe della notte scorsa in Turchia. Lo ha detto il premier turco Binali Yildirum.

Il primo ministro ha inoltre affermato che nella costituzione del Paese non è prevista la pena di morte, ma che il governo considererà cambiamenti legali per accertarsi che simili tentativi di colpo di Stato non si ripetano mai più.

Il bilancio attualmente è di 190 vittime: 41 ufficiali di polizia, due soldati, 47 civili e 104 persone descritte come complottisti.

Intanto è giunta notizia che questa mattina un elicottero Blackhawck è atterrato in Grecia con a bordo 7 ufficiali dell'esercito turco e un civile, che hanno chiesto asilo politico alle autorità di Atene. I fuggitivi sono stati arrestati.

Immediatamente dopo, da Ankara, il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu ha fatto domanda di estradizione alla Grecia, accusando gli otto di essere golpisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS