Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una giovane turista svedese arrestata sabato sera con altre 11 persone, fra cui un ragazzo di 14 anni, durante una manifestazione antigovernativa a Taksim e accusata di "insulti" al premier Recep Tayyip Erdogan, è stata rilasciata oggi da una corte di Istanbul ma dovrà lasciare il paese questa sera, riferisce Hurriyet online.

La giovane donna, Sarah Olson, 24 anni, era in Turchia per un periodo di vacanze e sabato aveva assistito alla manifestazione pacifica convocata per protestare contro la decisione di un tribunale di Ankara di lasciare a piede libero un poliziotto accusato di avere ucciso con un colpo di pistola alla testa un giovane dimostrante il primo giugno scorso. La turista svedese è stata accusata, come gli altri arrestati, di 'insultì a Erdogan. Il suo avvocato ha precisato che la ragazza non parla turco. Durante la manifestazione, come in tutte le proteste delle ultime settimane, la folla ha gridato fra l'altro 'Tayyip Istifà ('Tayyip Dimettitì) per chiedere al contestato capo del governo di andarsene.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS