Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier turco, l'islamico Recep Tayyip Erdogan, ha lanciato un insulto antisemita a un giovane che lo contestava mercoledì a Soma, durante una visita alla miniera teatro del disastro più grave della storia moderna del paese, riferisce il quotidiano di opposizione Sozcu che sul proprio sito pubblica un filmato sull'episodio.

Nelle immagini il premier islamico, entrando in un supermercato accompagnato da consiglieri e guardie del corpo dopo essere stato duramente contestato della folla all'esterno, grida a qualcuno "Dove vai, specie di sperma di Israele?". Nelle immagini poco nitide e mosse del filmato si vede il premier turco allungare il braccio, ma non si capisce se abbia colpito o meno un giovane davanti a sé.

Secondo la stampa di opposizione, Erdogan avrebbe dato uno schiaffo al ragazzo che lo contestava. Altre versioni, riportate dal quotidiano Evrensel, affermano che avrebbe colpito una ragazza, figlia di uno dei circa 300 minatori morti nel disastro di Soma. Le immagini mostrano però il giovane contestatore poi brutalmente picchiato dalle guardie del corpo del premier.

Il portavoce del partito islamico Akp di Erdogan, Huseyn Celik, ha negato che il premier abbia aggredito fisicamente qualcuno. "Non ci sono immagini di uno schiaffo" ha detto in una conferenza stampa. C'è invece, e ha suscitato "furore" sulle reti sociali, rileva Hurriyet, una fotografia che mostra un consigliere di Erdogan, Yusuf Yerkel, sempre a Soma, mentre prende a calci un contestatore tenuto a terra da due soldati. La fotografia ha fatto il giro del mondo provocando stupore e indignazione, in un momento in cui la Turchia piange le centinaia di minatori morti nell'inferno della miniera di Soma in fiamme.

SDA-ATS