Navigation

Turchia: passa legge anti social media

La legge è stata proposta dal partito del presidente Recep Tayyip Erdogan, l'Akp, e dal suo alleato, il nazionalista Mhp, che hanno la maggioranza. KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2020 - 09:42
(Keystone-ATS)

Il parlamento turco ha approvato una controversa legge che consentirà al governo un maggiore controllo sui social media.

Giganti come Facebook, Twitter e Youtube d'ora in avanti dovranno avere un referente locale che vigilerà sui contenuti e ne deciderà l'eventuale rimozione in base alle norme vigenti in Turchia.

La legge è stata proposta dal partito del presidente Recep Tayyip Erdogan, l'Akp, e dal suo alleato, il nazionalista Mhp, che hanno la maggioranza.

La nuova legge "rafforzerà le capacità del governo di censurare i contenuti e perseguire gli internauti", dichiara Amnesty International a proposito del testo approvato all'alba dal parlamento di Ankara. "È una chiara violazione del diritto alla libertà di espressione on line", sostiene Andrew Gardner, ricercatore sulla Turchia dell'organizzazione non governativa.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.