Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non vogliamo più combattere, vogliamo soluzioni politiche e per questo abbiamo bisogno di un facilitatore per fare la pace" con la Turchia, "una terza parte", e "chiediamo agli Stati Uniti o alla Germania, in quanto membro dell'UE, di assumere questo ruolo".

Lo ha detto al giornale tedesco Bild uno dei leader del PKK curdo, Cemil Bayik, definendo il conflitto come una "guerra civile". Bayik ha anche chiesto a USA e UE di togliere il PKK dalla lista delle organizzazioni terroristiche vista la sua lotta all'Isis.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS