Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia turca ha chiuso questo pomeriggio l'accesso a Gezi Park, accanto a Piazza Taksim, nel cuore di Istanbul, per impedire che manifestanti possano penetrare nel parco simbolo della rivolta della primavera 2013.

La polizia turca ha chiuso questo pomeriggio l'accesso a Gezi Park, accanto a Piazza Taksim, nel cuore di Istanbul, per impedire che manifestanti possano penetrare nel parco simbolo della rivolta della primavera 2013.

Centinaia di agenti hanno formato un cordone attorno al parco, mentre gruppi di poliziotti in uniforme o in borghese effettuano controlli su Piazza Taksim e sul vicino Viale Istiklal.

Una manifestazione è stata convocata dalla Piattaforma Taksim questo pomeriggio in occasione del primo anniversario della rivolta di Gezi Park e in memoria delle vittime della repressione, che aveva fatto otto morti e più di 8mila feriti. Almeno dieci persone sono già state arrestate, secondo Human Right Association.

Agenti in borghese hanno interrotto una diretta della Cnn e arrestato il giornalista Ivan Watson. Il cronista è stato rimesso in libertà dopo mezz'ora. Il premier Recep Tayyip Erdogan ha confermato questa mattina la linea del pugno di ferro, affermando che la polizia ha avuto l'ordine di impedire ad ogni costo concentrazioni su Taksim e che chi manifesta potrà essere arrestato.

SDA-ATS