Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ci sono stati scontri ieri sera a Istanbul a una manifestazione di solidarietà con i curdi siriani quando la polizia è intervenuta per togliere uno striscione apparso su un palazzo che invitava il premier Recep Tayyip Erdogan a non appoggiare più i gruppi armati vicini ad Al Qaida in Siria, riferisce la stampa turca.

Le forze antisommossa hanno sono entrate nel palazzo nella piazza di Kadikoy, sulla sponda asiatica di Istanbul, sulla quale si svolgeva la manifestazione e hanno tolto lo striscione. Ma i manifestanti, convocati dal partito legale curdo di Turchia Bdp, hanno reagito attaccando gli agenti, riferisce l'agenzia Dogan, sono riusciti a riprendere il palazzo e a riappendere lo striscione che chiedeva: "Erdogan, togli l'appoggio ad Al Qaida nella Rojava (il nome in curdo del Kurdistan siriano, ndr)".

Il leader del principale partito curdo siriano, il Pyd, Saleh Muslim ha più volte accusato il governo di Ankara di aiutare i gruppi armati di Al Qaida, contro i quali combattono le milizie curde. Il Pyd ha di recente annunciato la creazione di una amministrazione autonoma curda nelle aree della Siria del Nord che controlla. Una decisione denunciata dal governo di Ankara.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS