Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un giudice turco ha condannato una donna vittima di violenze da parte del marito perché l'uomo picchiandola si è fatto male alla mano, riferisce la stampa di Ankara.

La donna era stata soccorsa dalla polizia allertata dai vicini. Era stata collocata in un rifugio di Ankara con i figli. Ma l'uomo continuava a picchiarla, approfittando delle visite ai figli. È stato denunciato dalla polizia, ma ha sporto denuncia a sua volta contro la moglie, sostenendo che anche lei gli aveva provocato lesioni, mostrando la mano gonfia.

Così, riferisce Milliyet, la 13esima Corte penale di Ankara ha deciso di condannare i due coniugi alla stessa pena, una multa di 3000 lire turche, poco più di mille franchi, senza approfondire la vicenda.

Secondo il giornale, dopo la sentenza, il marito ha continuato a picchiare regolarmente la moglie in totale impunità. La stampa di opposizione ha più volte denunciato la estrema tolleranza di molti magistrati turchi nei confronti di mariti e compagni responsabili di violenze contro le donne.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS