Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un uomo è stato arrestato a Istanbul per aver tentato di vendere un pugnale in avorio appartenuto a Muhammar Gheddafi. Lo riporta l'agenzia turca Anadolu.

Tempestato di rubini, diamanti, zaffiri e smeraldi il prezioso oggetto era stato trafugato da una delle residenze del rais durante la rivoluzione in Libia del 2011. L'uomo, arrestato con due complici, ha confessato alla polizia di averlo acquistato per 4,6 milioni di dollari e di volerlo rivendere a un imprenditore saudita per 10 milioni. Dopo il sequestro, il pugnale è stato portato presso la Camera dei gioiellieri turchi che ne ha confermato l'autenticità e ne ha stabilito il valore in 2 milioni di dollari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS