Navigation

Turchia ha bombardato obiettivi in Siria; riunione urgente Nato

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2012 - 21:44
(Keystone-ATS)

La Turchia ha bombardato obiettivi in Siria in risposta ai colpi di mortaio caduti oggi nella cittadina turca di Akcakale che hanno provocato cinque vittime. Lo fa sapere l'ufficio del premier turco Reçep Tayyip Erdogan.

"La Turchia ha subito risposto all'attacco siriano di oggi con le sue forze armate nella zona di confine (...) e l'artiglieria turca ha colpito obiettivi siriani individuati dai radar", ha indicato l'ufficio del primo ministro turco.

Ankara ha inoltre chiesto e ottenuto che sia convocata una riunione urgente della Nato, viene aggiunto. secondo fonti diplomatiche il consiglio atlantico della Nato si riunisce stasera alle 21.30 a Bruxelles su richiesta per discutere, sulla base dell'articolo 4 del Trattato dell'Alleanza, degli incidenti avvenuti al confine tra la Siria e la Turchia.

L'articolo 4 prevede l'obbligo di consultazioni tra alleati su richiesta di uno stato membro che si senta minacciato da un'intervento esterno. Non si tratta quindi dell'articolo 5, che considera un attacco ad uno degli alleati come un attacco a tutta l'Alleanza, con conseguente risposta comune.

Intanto il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon ha invitato il governo siriano a "rispettare pienamente l'integrità territoriale dei paesi vicini", e a "porre fine alla violenza contro la popolazione".

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?