Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quarantaquattro alberghi e ristoranti di Ticino e Grigioni potrebbero scambiarsi i dipendenti dal prossimo inverno: l'obiettivo è di ridurre i costi e di favorire l'assunzione di personale sul lungo periodo.

Il progetto, ideato dalla Hochschule für Technik und Wirtschaft di Coira, è stato presentato oggi: prevede che gli operatori del ramo si scambino il personale a dipendenza dei bisogni. Hotel e ristoranti di montagna necessitano infatti di personale soprattutto in inverno, mentre in Ticino la tendenza è piuttosto opposta.

Finora il problema è stato risolto attraverso contratti stagionali, che costringono però i lavoratori interessati a cercarsi un'altra occupazione nei periodi di inattività. Grazie al progetto di condivisione del personale gli impiegati riceveranno un contratto a scadenza annuale, ma dovranno lavorare secondo le stagioni per due datori di lavoro diversi.

Le 19 società, cui appartengono i 44 hotel e ristoranti, sperano di ridurre i costi amministrativi e di assicurarsi competenze professionali, ma anche i cantoni potrebbero guadagnarci con una riduzione delle prestazioni di disoccupazione. Ancora non si sa quante persone parteciperanno effettivamente all'iniziativa: il 79% dei 150 dipendenti consultati nell'ambito di un sondaggio si è detto disponibile.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS