Navigation

Turista svizzero salva figli in mare e poi annega

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 ottobre 2012 - 20:40
(Keystone-ATS)

Spossato dopo essere riuscito a trarre in salvo i suoi tre figli, di 9, 11 e 14 anni, in difficoltà nel mare agitato, non ce l'ha fatta a tornare a riva. La moglie, 37 anni, allora si è tuffata a sua volta e, insieme a un passante, lo ha riportato sulla spiaggia ma poi, tutti i tentativi di salvare l'uomo si sono rivelati inutili.

È quanto ricostruito al momento sulla tragedia avvenuta questo pomeriggio sulla spiaggia, libera e praticamente deserta, del parco di Rimigliano, nel comune di San Vincenzo (provincia di Livorno), dove è morto annegato uno svizzero di 42 anni, di professione allevatore, in vacanza in Toscana da qualche giorno con la sua famiglia.

La salma è stata poi trasferita nella camera mortuaria del cimitero di San Vincenzo: non sarebbe stata disposta l'autopsia. Oltre ai sanitari che hanno cercato di rianimare l'uomo, usando anche il defibrillatore, sulla spiaggia di Rimigliano sono intervenuti i carabinieri e la polizia municipale di San Vincenzo. Oggi nella zona c'era il sole ma il mare era molto agitato, con forti correnti che potrebbero aver messo in difficoltà i figli dell'uomo.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?