Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TOKYO - La tv in 3D senza occhialini, pronta e in vendita già prima di Natale: è la promessa rivoluzionaria di Toshiba, tanto avveniristica da essersi guadagnata un ampio spazio sulla prima pagina dello Yomiuri, il primo quotidiano del Sol Levante e il più diffuso al mondo.
Secondo fonti vicine alla conglomerata giapponese e leader dell'elettronica, alla base dell'innovativo standard c'è una tecnologia ottica innovativa e in grado di emettere segnali luminosi da più punti e angolazioni dello schermo.
In particolare, il metodo sviluppato da Toshiba permette al cervello umano di riprodurre immagini tridimensionali con la visione diretta del pannello tv, indipendentemente dal tipo di angolatura e soprattutto senza l'intermediazione dei controversi occhialini, spesso criticati per essere motivo di affaticamento alla vista e potenziale mezzo per la trasmissione di malattie.
La nuova gamma di Toshiba, in base alle indiscrezioni, sarà presentata in tempo per la stagione natalizia, concentrandosi in un primo momento su schermi da 21 pollici.
Il mercato della tv 3D stenta ancora a decollare in Giappone, malgrado il nutrito gruppo di produttori, come Sony, Panasonic e Sharp, che hanno presentato negli ultimi mesi le proprie offerte.
Stando all'ultima rilevazione della società di ricerca GfK Marketing Services Japan, infatti, nella settimana tra il 9 e il 15 agosto le vendite dei modelli 3D hanno ricoperto una quota residuale del totale, pari ad appena il 2,3% in tutto il settore dei televisori: un fenomeno, secondo gli analisti, legato ai prezzi ancora proibitivi, più alti del 30-50% rispetto agli apparecchi tradizionali, e della necessità di indossare gli occhialini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS