Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La televisione è il mezzo di comunicazione preferito dagli svizzeri, ma quando si tratta di ottenere informazioni politiche il media preferito sono i giornali. È quanto emerge dall'ultimo sondaggio Univox sul tema "Comunicazione e media".
Limitato alla Svizzera tedesca e romanda, il sondaggio è stato realizzato lo scorso mese di novembre su un campione di 718 persone con diritto di voto.
Già i precedenti rilevamenti avevano messo in evidenza come dal 2004 la televisione abbia superato il giornale come media di riferimento principale: alla fine del 2009 il 67% degli intervistati ha detto di guardare quotidianamente la televisione, il 60% di leggere con la medesima frequenza i giornali e il 46% di ascoltare regolarmente la radio.
Quando però si tratta di ottenere informazioni politiche, il 57% degli svizzeri dice di far ricorso ai giornali, il 37% ai canali Tv della SSR e il 34% alle radio locali. Dal 2006 i canali televisivi della SSR hanno perso in questo campo il 20% delle preferenze, mentre le radio locali e internet hanno guadagnato importanza sottolineano gli autori dello studio, senza tuttavia fornire spiegazioni.
Il medesimo sondaggio rivela la crescente importanza di internet: dal 16% degli svizzeri che nel 2000 utilizzavano quotidianamente la "rete" si è passati al 38% dell'anno scorso. Internet rimane comunque utilizzato a in primo luogo a scopo di intrattenimento e "quasi mai come fonte d'informazione politica", sottolinea lo studio.

SDA-ATS