Navigation

TV via cavo: pagare di più non garantisce maggiore offerta canali

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 ottobre 2010 - 10:06
(Keystone-ATS)

BERNA - Chi paga di più per la tv via cavo non ha per forza accesso a una maggiore offerta di programmi. È quanto emerge da uno studio del sorvegliante dei prezzi, Stefan Meierhans, che confronta l'offerta di 62 fornitori di rete via cavo con oltre 5'000 abbonati in Svizzera.
Attualmente v'è una "forte eterogeneità" tra le proposte di base dei canali televisivi analogici, precisa Meierhans. In media, i consumatori pagano 17,44 franchi al mese e l'offerta di base comprende 45 programmi.
Per quel che concerne il prezzo per un singolo canale, lo studio mette in risalto come le imprese pubbliche siano generalmente meno care rispetto alle società private.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo