Stangata su Uber in California: le autorità di vigilanza dello Stato hanno multato con 7,3 milioni di dollari la società di San Francisco che fornisce servizio di taxi attraverso una app.

Motivo: si è rifiutata di fornire le informazioni richieste, come quelle sui turni dei propri autisti e quelle su quante automobili sono attrezzate per il servizio ai disabili. In una nota il portavoce di Uber, Eva Behersmd, ha espresso "profonda delusione", annunciando appello da parte dell'azienda.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.