Tutte le notizie in breve

Si allarga lo scandalo delle molestie sessuali presso Uber.

KEYSTONE/AP/ERIC RISBERG

(sda-ats)

Lo scandalo delle molestie sessuali continua ad agitare Uber. Dopo i licenziamenti recenti, spunta ora un'email inviata nel 2013 dall'amministratore delegato Travis Kalanick ai dipendenti della società in vista di un viaggio aziendale a Miami.

Nell'email Kalanick detta le 'condizioni' per avere sesso con qualcuno interno all'azienda. Secondo quanto riportato dal New York Post, i paletti di Kalanick erano due: chiedere di aver sesso esplicitamente e ricevere un enfatico sì ed essere allo stesso livello manageriale.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve