Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Union Bancaire Privée (UBP) ha annunciato oggi che tra i 60 e i 110 dipendenti di Coutts a Ginevra e Zurigo verranno licenziati entro la fine di ottobre.

Lo scorso marzo la banca privata ginevrina aveva preso il controllo di Coutts International, filiale di Royal Bank of Scotland (RBS) attiva nella gestione patrimoniale.

Un portavoce di UBP ha precisato all'ats che l'integrazione di Coutts interessa 850 persone, 400 delle quali impiegate in Svizzera. Il processo avverrà per tappe.

Tra i 290 e i 340 dipendenti elvetici di Coutts verranno integrati negli effettivi di UBP. Gli altri saranno invece licenziati entro fine ottobre. È stata avviata una procedura di consultazione interna e la banca britannica sta preparando un piano sociale.

Circa 100-150 delle persone che continueranno a lavorare per UBP saranno incaricate di procedere alla progressiva cessazione delle attività della banca britannica in Svizzera, fino alla fine del 2017, poi verranno anch'esse licenziate.

Nel corso dell'estate UBP valuterà inoltre la situazione delle altre 450 persone impiegate da Coutts all'estero, vale a dire a Singapore, Dubai e Monaco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS