Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La banca privata ginevrina Union Bancaire Privée (UBP) dovrà pagare 188 milioni di dollari di multa per appianare il contenzioso fiscale con gli Stati Uniti, ha comunicato oggi il Dipartimento di giustizia americano (DoJ).

In seguito al pagamento la banca non sarà più perseguibile penalmente. Si tratta fino a questo momento della seconda multa più salata inflitta ad una banca di categoria 2, ovvero quegli istituti che avevano motivo di credere di aver violato la legge degli USA o che comunque non potevano escludere tale eventualità.

Solamente la ticinese BSI, con 211 milioni di dollari, ha dovuto pagare una cifra maggiore. Al terzo posto si trova la Lombard Odier con 100 milioni di dollari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS