Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Gli azionisti dell'UBS devono ancora pazientare, malgrado la banca sia tornata in zona utili: per l'esercizio 2010 non sono previsti dividendi. L'istituto in primo luogo deve accrescere il capitale per soddisfare le disposizioni in vigore, ha spiegato oggi ai media John Cryan, direttore delle finanze.
Cryan ha confermato le dichiarazioni precedenti secondo cui è poco probabile che l'UBS distribuisca dividendi nei prossimi due o tre anni.
Per gli investitori che avevano acquistato titoli UBS prima della crisi finanziaria, la pillola è amara. L'azione è molto lontana dai 75 franchi registrati nella primavera del 2007. E a chi nella primavera del 2008 pensava che il fondo fosse stato toccato, non va molto meglio. Allora aveva pagato 30-35 franchi i titoli della banca, che stamane valgono 17,20 franchi, grazie proprio al balzo di quasi il 10% segnato sulla scia dei risultati trimestrali superiori alle attese. Il titolo comunque si è ripreso dal minimo di 8,20 franchi del marzo 2009.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS