Navigation

UBS: assemblea, Ermotti fissa priorità e difende banca investimento

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 maggio 2012 - 12:37
(Keystone-ATS)

Rafforzamento del capitale proprio, attenzione ai costi e gestione accurata dei rischi: sono queste le tre priorità di UBS che il presidente della direzione Sergio Ermotti ha illustrato oggi agli azionisti, riuniti in assemblea generale all'Hallenstadion di Zurigo-Oerlikon.

Nel suo discorso, tenuto in tedesco, il manager ticinese ha inoltre ribadito la convinzione dell'istituto nel modello di grande banca: come già annunciato in novembre UBS si concentrerà quindi maggiormente nell'amministrazione patrimoniale, senza però cedere le altre attività.

Secondo Ermotti UBS ha bisogno di una banca d'investimento concorrenziale, perché questa propone servizi anche per l'economia reale elvetica. "Avrete forse anche voi cambiato una volta divise in una banca regionale e non vi siete resi conto che dietro a questo vi è l'attività di una banca d'investimento", ha spiegato il CEO ai 3443 azionisti presenti.

L'assemblea della banca, che quest'anno festeggerà i 150 anni di esistenza, sarà l'ultima per il presidente del consiglio di amministrazione Kaspar Villiger. La carica dovrebbe essere assunta dal tedesco Axel Weber.

Molti gli interventi annunciati. A far discutere sono ancora una volta i salari dei top manager, a cominciare dallo stesso Weber. Gli azionisti avranno modo di esprimersi a titolo consultivo sul rapporto delle remunerazioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?