Navigation

UBS, malgrado coronavirus dividendo immutato

Pioggia di dividendi in arrivo per gli azionisti di UBS KEYSTONE/EPA/STEFFEN SCHMIDT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 marzo 2020 - 08:00
(Keystone-ATS)

UBS non cambia i suoi piani in materia di dividendi, nonostante la crisi del coronavirus. All'assemblea generale del 29 aprile - a cui peraltro non sarà possibile partecipare fisicamente - verrà come previsto proposta la distribuzione di 0,73 dollari per azione.

Complessivamente la più grande banca elvetica conta di versare 1,4 miliardi di dollari per l'esercizio 2019 (il secondo con la contabilità nella valuta americana), a fronte di un utile di 3,3 miliardi, emerge da un comunicato pubblicato oggi.

La settimana scorsa il Consiglio federale, la Banca nazionale svizzera e l'Autorità di vigilanza sui mercati finanziari Finma avevano chiesto agli istituti elvetici di valutare attentamente l'entità dei dividendi nell'attuale contesto di pandemia.

A causa del virus l'assemblea di UBS si annuncia comunque meno movimentata del solito. Gli azionisti non potranno infatti presenziarvi e salire alla tribuna: tutto avverrà su internet, in inglese e in tedesco. Ai proprietari di azioni la banca consiglia di dare la procura a rappresentanti indipendenti.

Sono fra l'altro attesi cambiamenti nel consiglio di amministrazione. David Sidwell, Isabelle Romy e Robert Scully non si ripresentno: al loro posto vengono proposte due persone, Nathalie Rachou e Mark Hughes.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.