Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Proseguono gli sforzi di UBS in materia di fondi propri. Il numero uno bancario elvetico intende infatti riacquistare strumenti finanziari e altri prestiti obbligazionari non subordinati. La transazione ammonta a circa 2,15 miliardi di franchi.

Il periodo dell'offerta dura fino al 13 dicembre, ha indicato oggi in una nota UBS. Possibili estensioni o riduzioni della durata sono possibili a seconda delle condizioni.

Quale conseguenza della transazione, UBS si attende una piccola perdita, ma l'istituto è convinto che ciò potrà essere ammortizzato a breve termine con la diminuzione futura degli interessi debitori. Il riacquisto di prestiti obbligazionari non altererà la quota di capitale di prima categoria (CET1) secondo le regole di Basilea III, ha precisato la grande banca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS