Navigation

UBS: presidente Weber, "non stiamo cercando una sposa"

UBS non sembra ancora pronta a convolare a nozze. KEYSTONE/LAURENT GILLIERON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2020 - 12:00
(Keystone-ATS)

Il presidente del consiglio di amministrazione di UBS Axel Weber smentisce le voci che danno la più grande banca elvetica in procinto di avviare una fusione con Credit Suisse o con un altro istituto.

"Non stiamo cercando una sposa", ha detto nel corso del programma televisivo "Bilanz Business Talk", di cui sono state diffuse anticipazioni.

UBS è attualmente impegnata a cambiare il suo presidente della direzione e ha dei dei compiti interni da svolgere, ha sostenuto il 63nne. Un'acquisizione non verrebbe avviata in una situazione così incerta, ha aggiunto.

L'ex presidente della Bundesbank non ha però voluto rispondere a una domanda relativa a possibili suoi contatti diretti con Credit Suisse. "Su questo tema non rilascio dichiarazioni", ha detto.

A suo avviso le speculazioni su possibili acquisizioni di UBS - oltre che di Credit Suisse si era parlato della tedesca Deutsche Bank e dell'inglese Barclays - sono frutto di una sorta di ritardato "vuoto da notizie estivo" della stampa elvetica. Un consolidamento del settore è però "una necessità a medio e lungo termine", ha osservato.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.