Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si è aperto oggi a Londra, davanti alla massima istanza giudiziaria civile inglese, il processo riguardante una causa intentata da UBS contro l'azienda dell'acqua di Lipsia, nella Sassonia tedesca. Prima della crisi finanziaria l'impresa comunale aveva effettuato investimenti altamente speculativi: la banca svizzera ha subito perdite, che ora è intenzionata a vedersi risarcire.

Stando a fonti del comune il valore della causa è nel frattempo salito a circa 400 milioni di euro. UBS chiede il rispetto dei contratti, mentre la città di Lipsia invita i giudici della High Court of Justice a dichiararli nulli: questo perché firmati dall'allora direttore Klaus Heininger - nel frattempo condannato per corruzione - all'insaputa degli organi di sorveglianza.

SDA-ATS