Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Socialisti, Verdi e UDC non accettano l'idea di rinviare la decisione sulla costituzione di una commissione parlamentare di inchiesta (CPI) che faccia luce nella vicenda UBS/Finma. Hanno quindi inoltrato oggi una mozione in cui chiedono all'ufficio di presidenza del Nazionale di istituire la CPI già in questa sessione delle Camere.
Questo nuovo atto giunge all'indomani dell'incontro tra i due Uffici delle Camere, conclusosi con un patto, ossia che gli Stati si rifiutano di affrontare la questione prima di aver preso conoscenza del rapporto delle commissioni della gestione.
La mozione, che reca la firma della capogruppo socialista Ursula Wyss e dei suoi omologhi Maya Graf (Verdi) e Caspar Baader (UDC), potrebbe permettere di rimettere tutto in discussione. I Servizi del parlamento hanno confermato informazioni in tal senso diffuse da vari media.
Il testo chiede all'Ufficio di presidenza del Nazionale di elaborare un decreto per la costituzione di una CPI, da sottoporre al plenum. Potrebbe venir discusso la prossima settimana, qualora venisse accordata una sorta di corsia preferenziale e fosse inserito prontamente in agenda.
Finora l'Ufficio del Nazionale si è sempre detto favorevole alla CPI, arrivando a biasimare l'atteggiamento contrario del Consiglio degli Stati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS