Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

UBS Francia è stata incriminata per corruzione di testimone: i giudici sospettano la filiale francese della grande banca elvetica di aver voluto mettere a tacere un dipendente all'origine delle rivelazioni sul presunto sistema di frode fiscale di cui è accusata.

Lo si è appreso in serata da fonti concordanti. In un comunicato la filiale francese "contesta con forza le accuse dell'ex salariato", intende far valere tutti i suoi diritti e la sua posizione, e "aspetta con serenità la conclusione di questa vicenda.

Per l'ex dipendente di UBS, che era incaricato delle indagini interne, la decisione dei giudici francesi dimostra che lui "non ha mai mentito". Questa incriminazione giunge a meno di due settimane dalla chiusura, sempre in Francia, dell'inchiesta in cui la banca svizzera è stata condannata per riciclaggio aggravato di frode fiscale e la sua filiale francese per complicità, con una cauzione record per la prima di 1,1 miliardi di euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS