Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell'ambito dell'applicazione dell'iniziativa Minder sulle remunerazioni abusive, UBS deve adeguare i suoi statuti. In occasione dell'assemblea generale del 7 maggio, il numero uno bancario elvetico chiederà agli azionisti di votare sulla sua proposta concreta. Lo ha comunicato ufficialmente oggi lo stesso istituto.

"UBS propone agli azionisti di deliberare sulla remunerazione fissa del Direttorio del Gruppo per l'anno successivo e sulla remunerazione del Consiglio di amministrazione per il periodo fino alla prossima Assemblea generale", si legge nella nota.

Per quanto riguarda la remunerazione variabile del Direttorio del Gruppo - continua il comunicato - gli azionisti sono invece chiamati a votare considerando i risultati dell'esercizio precedente.

"Mediante questa procedura vogliamo consentire agli azionisti di prendere le loro decisioni sulla base di informazioni sicure e di risultati effettivamente conseguiti", ha indicato Axel Weber, Presidente del Consiglio di amministrazione di UBS, citato nella nota.

Non è ancora chiaro se UBS attenderà il voto per versare i bonus. Finora l'autorizzazione delle remunerazioni variabili della direzione avveniva tra febbraio e marzo. Come avverrà in futuro non è ancora precisato. Secondo una portavoce diverse opzioni sono allo studio.

Le votazioni vincolanti sulle remunerazioni del Consiglio di amministrazione e del Direttorio del Gruppo avranno luogo per la prima volta nell'Assemblea generale 2015.

SDA-ATS